presentazione - Cristina Masiero

Vai ai contenuti

Menu principale:

presentazione

    

        

                  

               
Cristina Masiero 
Maestra d’arte diplomata all’Istituto d’Arte A. CORRADINI di ESTE (pd)
con specializzazione nell’arte della ceramica.
Esperta di laboratori artistico-espressivi.
Pittrice e scultrice.

La tecnica pittorica e scultorea di Cristina Masiero affonda le sue radici 
nelle più feconde esperienze dell’arte contemporanea,
un percorso artistico caratterizzato da un continuo confronto con se stessa
e il mondo che la circonda.
Di qui la volontà di andare oltre, di svincolarsi da qualsiasi schema precostituito 
e proiettarsi verso l’astrattismo materico.
La ricerca è in continua evoluzione, incessante la sperimentazione di vari materiali:
terre, sabbie, fili di ferro, iuta, argilla che vengono plasmati sulla tela
con grande sensibilità e carica emotiva facendo emergere la propria interiorità ed evocando stati d’animo del vivere quotidiano che appartengono ad ognuno di noi.
Le sue opere hanno forme cariche di colore e di materia e liberano sensazioni,emozioni,
ricordi; aspetti di un passato vissuto,capito ed impresso nell’opera 
in assoluta libertà e naturalezza.
Nei quadri il soggetto viene eliminato per lasciare spazio a forme e colori che insieme si fondono e permettono di esternare e rendere visibile un’idea un sentimento,
questo grande lavoro di sintesi è il più importante obiettivo 
della pittura espressiva di Cristina Masiero.

“Nella pittura Cristina trova la sua lingua. Il dipingere la superficie del quadro diventa per lei
luogo di indagine e di svelamento di se per potersi, poi, porre in relazione con l’altro, l’universale.
Dalla superficie del quadro dipinta emergono sentimenti forti e passioni,
si incontrano e si scontrano nella violenza dei colori:
il rosso espressione dell’energia vitale,fuoco di sentimenti che cercano di farsi voce
è spesso abbinato al nero,tenebra che avvolge,nasconde, imprigiona nella rete
e si oppone ad una volontà estrema di fuga verso la luce /oro 
dimensione della libertà interiore.
Una tecnica pittorica e un linguaggio che affondano le proprie radici nelle più espressive
esperienze della pittura contemporanea.
Cristina, pur prediligendo la superficie della tela o della tavola non esita a romperne
la bidimensionalità rendendola “oggetto grazie all’assemblage ;
inoltre esplora le infinite potenzialità espressive della MATERIA, dei colori e della preziosissima foglia oro.
L’artista gioca sull’esperienza tattile oltre che visiva dell’opera attivando 
contemporaneamente più canali sensoriali .
Infine la colata di colore, lo strappo, la graffiatura si fanno immagine parola
in grado di svelare forze,istinti ancestrali dentro ognuno di noi".


                                                            a cura della Prof.ssa LICIA BEVILACQUA
                                                            DOCENTE DI STORIA DELL’ARTE


Cristina espone dal 2000 le sue opere pittoriche in molte mostre personali 
e collettive in Italia e all’estero, 
collaborando con gallerie d’arte contemporanea.
Dal 2004 al 2006 ha lavorato come designer per la realizzazione di collezioni di tessuti per l’arredamento, per un importante marchio nazionale.
Sempre dal 2004 ha collaborato con diversi architetti e interior design per lo sviluppo e la realizzazione di quadri e complementi d’arredo.
Le varie esperienze artistiche spaziano tra la pittura, la scultura,la ceramica, il riciclo e la realizzazione di scenografie e costumi.
Cristina progetta e conduce da molti anni laboratori artistici di pittura espressiva,
ceramica, attività eco creativa e di riciclo rivolti ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie, inoltre collabora come scenografa e costumista per la realizzazione di spettacoli teatrali nell’ambito di progetti con molte scuole ed enti pubblici del territorio veneto.
Nei laboratori artistici proposti ai ragazzi dai 6 ai 14 anni,si sperimentano molte tecniche
pittoriche espressive e tecniche creative-manipolative utilizzando prevalentemente materiali di recupero,sensibilizzando i ragazzi al riciclo e al rispetto per l’ambiente.


Nel 2009 ha fondato, in collaborazione con l’ASSESSORATO alla CULTURA 
del comune di ESTE (PD) e l’ASSOCIAZIONE CULTURALE FANTALICA di PADOVA,
la “CASA DELLE ARTI” dove coordina le discipline artistiche e conduce
i laboratori di pittura,ceramica e attività di riciclo creativo.
La “CASA DELLE ARTI” è un scuola artistica pomeridiana e serale che propone ai ragazzi
e agli adulti laboratori artistico espressivi tra cui il teatro e la danza contemporanea.
A PADOVA in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE CULTURALE FANTALICA
e l’ASSESSORATO alla CULTURA,
conduce dal 2010 il progetto d’arte e riciclo creativo “ARTI di SCARTI” rivolto ai ragazzi.

Cristina propone ogni anno diversi progetti rivolti alle scuole primarie
e secondarie, frutto del proprio percorso di ricerca e sperimentazione dell’arte
in particolare con il comune di Selvazzano Dentro PD dove ha realizzato
nel 2013, con i ragazzi della scuola media Cesarotti nell’ambito del progetto ETRA,
“LA SCULTURA DELLE EMOZIONI”
opera in ferro e materiali di recupero alta 4 metri
simbolo dell’ARTE DEL RICICLO e del percorso espressivo svolto con i ragazzi.
L’opera è stata donata al comune e collocata presso l’ingresso del municipio della città.

Nel 2014, per il progetto di riciclo creativo in collaborazione con SESA,
ha realizzato con gli allievi della Casa delle Arti la scultura “IL CONTENITORE DI RIFIUTI”
opera in ferro arrugginito, policarbonato e materiali di scarto.

Nel 2017, nell'ambito del progetto "ARTIURBANE" vincitore del bando
CULTURALMENTE Cariparo 2016, in collaborazione con Ass. FANTALICA
ha realizzato con gli allievi della Casa delle Arti e con Nicoletta Lepore
la scultura "GOCCE DI NOTE...SUONI DI COLORE" opera in ferro, carta
e materiali di recupero, installata presso PALAZZO EUGENIO MAESTRI
BIBLIOTECA COMUNALE DI SELVAZZANO DENTRO.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu